owoce cytrusowe

Pochi lo sanno, che…

I LIMONI:

  • sono abbondanti di vitamina C, un potente antiossidante, che aumenta la salute cardiovascolare, abbassa il colesterolo e la pressione sanguigna
  • contengono i limonoidi, utili per la prevenzione del cancro
  • sono ottimi purificatori del sangue
  • possono alleviare i sintomi di costipazione e indigestione
  • migliorano la resistenza del tessuto osseo e connettivo
  • Aumentando il flusso di sangue migliorano funzionamento dei nostri occhi
  • Sono un ottimo alleato contro raffreddori, influenze e infezioni
  • Grazie il contenuto dei flavonoidi sono un antibiotico naturale
La Varietà
Le diverse varietà di limone sono date da caratteristiche tipiche variabili. Il frutto varia per forma, dimensione, spessore e colore della buccia, spessore dell’albedo, numero di semi, composizione del succo, acidità e quantità di succo, periodo di maturazione.
Femminello
Presente su tutta l’isola è il più coltivato in Italia. Le sue fruttificazioni assumono denominazioni differenti, la più importante dà i limoni detti “invernali” perché maturano da ottobre a marzo. Si presentano con un epicarpo più o meno rugoso, semi presenti in numero variabile ed alto livello di acidità.
Verdello
Matura in estate, presenta un epicarpo liscio dal colore giallo-verde, ha bassa acidità ed è quasi privo di semi. È con questa varietà che si prepara in casa un ottimo limoncello ottimo dopo i pasti nelle calde serate estive.
Bastardo
Buoni da mangiare a morsi o a pezzetti. Si elimina la buccia e si taglia a pezzetti di forma triangolare che si intingono in un po’ di sale o di zucchero. I Bastardi si riconoscono dalla buccia liscia di colore giallo intenso.
Monachello
Di forma allungata, la buccia si presenta liscia e di medio spessore, il colore è giallo chiaro; l’umbone è sporgente e i semi sono presenti in numero variabile.
Maiolino
Il maiolino possiede una buccia poco rugosa di colore giallo pallido, pochi semi e una bassa acidità. Si raccoglie tra aprile e maggio, da qui il nome.
Marzano
Di forma più rotondeggiante che ovale, ha un epicarpo rugoso, elevata acidità, e contiene più semi delle altre varietà. Maturano nei mesi invernali.

Curiosità

Oltre ad insaporire i piatti, il limone rende più digeribili insalate, uova, carne e pesce.
È un tarmicida naturale: basta mettere qualche scorza secca di limone dentro un sacchetto da conservare nei cassetti o appendere nell’ armadio. Allontanerà gli insetti profumando l’ambiente.
Se strofinato sulla pelle grassa aiuta a ritonificare la pelle asciugando sebo e brufoli antiestetici.
È sgrassante, aiuta a lavare le stoviglie rimuovendo l’unto.
Lucida l’acciaio più velocemente ed efficacemente di molti detersivi in commercio, imbattibile su pentole e superfici inox! Provare per credere.

Le Arance:

  • Sono un'ottima fonte di antiossidanti, in grado di contrastare l'invecchiamento cellulare causato dai radicali liberi
  • Purificano contemporaneamente reni, fegato, intestino e pelle
  • Contribuiscono a rendere più forte il sistema immunitario e più attivo il metabolismo
  • Sono diuretiche, migliorano la ritenzione idrica
  • Migliorano il metabolismo proteggendo dal effetto gonfiore
  • Favoriscono il transito intestinale riducendo i fenomeni putrefattivi
  • La fibra contenuta nella parte bianca regola l'assorbimento degli zuccheri, dei grassi e delle proteine


Inoltre

LE ARANCE ROSSE

  • Contengono antiossidante della cianidina 3, che favorisce il dimagrimento
  • Sono un'ottima fonte di acido citrico, che abbassa il pH (l'acidità), migliora i processi digestivi, riduce la glicemia e aiuta a conservare attivo il metabolismo
  • Contengono calcio, fosforo, potassio, ferro, selenio e diverse vitamine (C, la A, la B1 e la B2)
  • La fibra contenuta nella parte bianca regola l'assorbimento degli zuccheri, dei grassi e delle proteine
Bionde Navelina da tavola

Arance Bio Bionde Navelina da tavola

Arancia di calibro, cioè grandezza, medio – grande (cal. 4/6); con buccia liscia e senza imperfezioni, ottime da mangiare a spicchi. E’ “bionda” e precoce, cioè matura prima delle altre. Si riconosce dall’ombelico da cui prende il nome: infatti in inglese “navel” significa “ombelico”. E’ apirena (senza semi), di bell’aspetto e con un forte colore arancione della buccia. In piena maturazione dà marmellate squisite. MATURAZIONE: dai primi di novembre a marzo.

Bionde Navelina da spremuta

Arance Bio Bionde Navelina da spremuta

Arancia di calibro, cioè grandezza, medio - piccolo (cal. 8); buccia con piccole imperfezioni, perfette per ottenere un’ abbondante spremuta. E’ “bionda” e precoce, cioè matura prima delle altre. Si riconosce dall’ombelico da cui prende il nome: infatti in inglese “navel” significa “ombelico”. E’ apirena (senza semi), di bell’aspetto e con un forte colore arancione della buccia. In piena maturazione dà marmellate squisite. MATURAZIONE: dai primi di novembre a marzo

Tarocco da spremuta

Arance Bio Tarocco da spremuta

Arancia di calibro, cioè grandezza, medio - piccolo (cal. 8); buccia con piccole imperfezioni, perfette per ottenere un’abbondante spremuta. Di colore “rosso screziato” . E’ la regina delle arance. La sua buccia è di grana molto fine, il suo sapore è dolce ed ha un’aroma delicato che richiama l’insieme di arance e fragoline. Il succo contiene la più alta quantità di vitamina C riscontrata nei diversi agrumi. Maturazione: da metà dicembre a tutto marzo.

Tarocco da tavola

Arance Bio Tarocco da tavola

Arancia di calibro, cioè grandezza, medio – grande (cal. 4/6); con buccia liscia e senza imperfezioni, ottime da mangiare a spicchi. Di colore “rosso screziato” . E’ la regina delle arance. La sua buccia è di grana molto fine, il suo sapore è dolce ed ha un’aroma delicato che richiama l’insieme di arance e fragoline. Il succo contiene la più alta quantità di vitamina C riscontrata nei diversi agrumi. Maturazione: da metà dicembre a tutto marzo

Moro da spremuta

Arance Bio Moro da spremuta
Arancia di calibro, cioè grandezza, medio - piccolo (cal. 8); buccia con piccole imperfezioni, perfette per ottenere un’abbondante spremuta. Di colore “rosso – vino”. Tra tutte le varietà di arance rosse, il “Moro” contiene la più alta quantità di antocianine. La presenza di questa sostanze nel succo rende questa varietà particolarmente preziosa a prevenire e rallentare la comparsa di patologie vascolari e l’invecchiamento. Viene coltivata e prodotta in una limitata zona della Sicilia

Foto

  • Albalemonbio
  • Albalemonbio
  • Albalemonbio
  • Albalemonbio
  • Albalemonbio
  • Albalemonbio
  • Albalemonbio
  • Albalemonbio
  • Albalemonbio
  • Albalemonbio
  • Albalemonbio
  • Albalemonbio
  • Albalemonbio
  • Albalemonbio